Così fan tutti, Ripensare l'infedeltà


Esther Perel, Così fan tutti – Ripensare l’infedeltà, Solferino Libri, traduz. di Rosa Prencipe

Crescita Personale, Relazioni & Coppia

L'autrice desidera parlare in tutta libertà di un argomento che spesso si evita di affrontare: il tradimento. Grazie alla sua esperienza trentennale come psicoterapeuta di coppia, la Perel risponde alle domande più comuni, quali: perché si tradisce? Si...




Esther Perel, Così fan tutti – Ripensare l’infedeltà, Solferino Libri, traduz. di Rosa Prencipe

Esther Perel, Così fan tutti – Ripensare l’infedeltà, Solferino Libri, traduz. di Rosa Prencipe è disponibile su Amazon

Perchè leggere questo libro

Perché l'autrice è considerata tra i massimi esperti sull'argomento. Perché contiene molte storie di persone che hanno tradito o sono state tradite. Perché permette di guardare l'infedeltà da differenti angolazioni. Perché per capire meglio i possibili...


Tempo di lettura di questa scheda riassuntiva del libro "Così fan tutti, Ripensare l'infedeltà" di Esther Perel è di circa 5/10 min.

Abbonati anche tu a DISIATO per leggere la scheda completa di questo libro riassunto per te dal nostro team.

Con DISIATO risparmi tempo e denaro!








Esther Perel, Così fan tutti – Ripensare l’infedeltà, Solferino Libri, traduz. di Rosa Prencipe

Riassunti di libri di crescita personale


Esther Perel, Così fan tutti – Ripensare l'infedeltà, Solferino Libri, traduz. di Rosa Prencipe Chi è l’autore? Esther Perel (1958, Belgio) è una speaker, autrice e psicoterapeuta specializzata nella terapia di coppia. Ha uno studio a New York e ha fatto da consulente a centinaia di Compagnie in giro per il mondo. I suoi TED talks hanno avuto più di 20 milioni di visualizzazioni e i suoi 2 libri sulla coppia sono stati tradotti in 25 lingue. Qual è l’intento dell’autore? L'autrice desidera parlare in tutta libertà di un argomento che spesso si evita di affrontare: il tradimento. Grazie alla sua esperienza trentennale come psicoterapeuta di coppia, la Perel risponde alle domande più comuni, quali: perché si tradisce? Si possono amare due persone contemporaneamente? Perché l'infedeltà ci ferisce così tanto? Può il tradimento aiutare una coppia? Infine, può l'infedeltà insegnarci qualcosa e rappresentare un nuovo inizio? Questo libro insegna: Matrimonio e infedeltà. L'infedeltà esiste da quando è stato inventato il matrimonio. Le opinioni più comuni a riguardo sono le seguenti: non c'è motivo di cercare altrove se a casa si ha ciò che occorre; gli uomini tradiscono per noia e le donne per solitudine; il partner fedele è una persona matura, mentre quello infedele è un egoista; le storie clandestine fanno male al matrimonio. Infine, il divorzio è l'unica soluzione possibile, specie nella società odierna: un tempo, la donna tradita veniva giudicata male se decideva di separarsi; oggi lo è se, pur essendo economicamente indipendente, decide di restare. Ma se riduciamo tutto alla semplice espressione di un giudizio, non rimane spazio per il confronto. Il tradimento può avere diversi significati, spiega l'autrice: può rappresentare un semplice flirt; una ribellione; il desiderio di novità o di scoprire se si è ancora attraenti; la ricerca di sensazioni mai provate, o la fuga da un rapporto violento. Occorre saper guardare l'infedeltà da punti di vista differenti, considerandola al di là del dolore che ha prodotto e cercando di comprendere la situazione di entrambi i partner, ovvero quello che l'ha perpetuata e quello che l'ha subita. L'argomento matrimonio viene approfondito in un capitolo dedicato, dove si parla delle differenze tra le unioni di una volta e quelle di oggi, molto più cariche di aspettative e sfumature. Definizione di infedeltà. In quest'era digitale è più difficile che mai dare un significato univoco alla parola tradimento. Ad esempio, chattare significa tradire? E guardare il porno? Iscriversi a una app di incontri? Farsi fare un massaggio erotico? Restare in contatto col proprio ex? Fare sesso a pagamento? La vicinanza emotiva a qualcuno che non sia il proprio partner? Non esiste una definizione universalmente condivisa del termine, perciò l'interpretazione che ogni coppia decide di dargli è soggettiva e personale. In ogni caso, continua l'autrice, l'infedeltà include uno o più dei seguenti elementi: la segretezza, che intensifica la carica erotica e l'energia della trasgressione; l'alchimia sessuale, che racchiude desiderio ed erotismo mescolati all'immaginazione; e il coinvolgimento emotivo, la cui intensità può variare da un caso all'altro, passando da una semplice avventura a una vera e propria storia d'amore. Quando si tratta di infedeltà, inoltre, spesso si cambia punto di vista a seconda della posizione in cui ci si trova: se il nostro partner ci tradisce, è perché è egoista, debole e inaffidabile; se lo facciamo noi, è a causa della situazione in cui ci siamo trovati. Le conseguenze del tradimento. La rivelazione di un tradimento produce una sofferenza estrema, perché l'infedeltà tocca i piani emotivi di inganno, abbandono, rifiuto, umiliazione. Un tradimento pone in dubbio il futuro e al contempo distrugge anche il passato e la sua memoria; mette in crisi l’autostima di chi lo subisce; provoca una crisi di identità in entrambi i partner, sia quello tradito che quello scoperto; produce ferite che richiedono molto tempo per essere rimarginate, e che lasciano delle cicatrici profonde. L'autrice sconsiglia di prendere decisioni impulsive dettate dalla rabbia del momento, perché potrebbero disintegrare in un attimo ciò che si è costruito in tanti anni di matrimonio. Spiega anche che uno psicoterapeuta può fungere da base stabile per la coppia, specie se si considera che le due persone coinvolte affrontano delle realtà completamente diverse. La Perel suddivide il processo di “guarigione post-adulterio” in tre fasi: 1) Crisi. In questa prima fase i due coniugi si trovano in un momento delicato, perciò necessitano di calma, lucidità e rassicurazione. 2) Costruzione del significato. In questa seconda fase c’è modo di chiarire le motivazioni del tradimento e il ruolo che ciascun partner ha svolto nella vicenda. 3) Visione. In quest'ultima fase i coniugi devono chiedersi cosa c’è in serbo per loro, separatamente o insieme. Storie di tradimenti. Nel libro vengono riportate numerose testimonianze di persone coinvolte nel tradimento, e questo ci permette di conoscere (o riconoscere) i sentimenti e le emozioni dei due partner in causa. L’autrice li sviscera uno a uno: troviamo, così, la rabbia e la delusione di Gillian, il cui marito ha avuto una relazione extraconiugale di otto anni di cui lei era totalmente ignara; il pentimento e il senso di colpa provati da Costa, il marito di Gillian; l’umiliazione di Milan, tradito dal suo compagno nel letto in cui dormivano assieme; la disperazione e l’incredulità di Kevin, pugnalato alle spalle dalla fidanzata e dal suo stesso fratello; il dolore di Charlotte dopo aver scoperto il vizio del marito Steve di andare a prostitute; lo sconforto di Helen, doppiamente tradita poiché il marito aveva una relazione con l’ex moglie Maura, il suo primo (vero?) amore. E tante altre storie, in cui vengono messi in gioco la famiglia, il rispetto, la fiducia, i figli, la dignità, le certezze di una vita. Gelosia, vendetta e silenzio. La parola tradimento evoca concetti quali gelosia, vendetta e menzogna. La gelosia è un'arma a doppio taglio, perché se da una parte custodisce e tiene in vita la passione della coppia, dall'altra rischia di soffocare il sentimento, in quanto potenziale forza distruttiva; occorre imparare a utilizzarla nel modo giusto, spiega l'autrice, sfruttando la carica erotica che porta con sé e accettando la vulnerabilità che le è connessa. Il tradimento fa anche emergere rimpianti e rancori sopiti, e in questo stato d'animo spesso si riesce a concepire solo la vendetta, che sottintente un tentativo di pareggiare i conti. Si può cercare di controllare la rabbia trovando fonti di sfogo alternative (un diario, ad esempio) o infliggendo piccole vendette eque, anche concordate (giustizia riparativa anziché retributiva). Infine, dire o non dire? La morale vede la verità come l'unica linea di condotta accettabile, ma non sempre risulta la scelta migliore per la coppia, in quanto possono esserci molteplici variabili in gioco. Raccontare significa pulirsi la coscienza, ma a volte tacere è un atto di premura e protezione nei confronti del partner; quindi, dipende da caso a caso. Il significato del tradimento. “Perché tradiamo?” è la domanda che l'autrice, in veste di psicoterapeuta, si è sentita rivolgere più spesso nel corso degli anni. Le risposte paiono ridursi fondamentalmente a due: o c'è una disfunzione coniugale (mancanze, discussioni, assenza di sesso, solitudine, voglia di fuggire dal rapporto di coppia) o c'è un problema con l'individuo che ha perpetuato il tradimento. Eppure, ci sono anche storie di persone felici che tradiscono, e spesso lo fanno come forma di autoscoperta, alla ricerca di un'identità nuova o perduta. «A volte – dice la Perel – quando cerchiamo lo sguardo di un altro, non è dal nostro partner che ci stiamo allontanando, ma dalla persona che siamo diventati. Non cerchiamo tanto un altro amante quanto un'altra versione di noi stessi.» Il tradimento può dunque rappresentare una radiosa parentesi, una vita alternativa in cui reinventarci e rompere le regole, senza dover affrontare gli orpelli della realtà quotidiana. Infatti, molte storie clandestine finiscono proprio quando hanno la possibilità di concretizzarsi, perché si spegne il senso di avventura e di trasgressione che le ha accompagnate. Un antidoto al torpore. Una storia clandestina ci fa sentire giovani, energetici, rinati, spiega l'autrice. Ci fa provare sensazioni forti, che superano a livello di intensità erotica ed emotiva quelle di un matrimonio di lunga data. Ci permette di affrontare meglio un lutto, perché costituisce una potente affermazione di vita. È un atto di sfida verso l'impotenza e la vulnerabilità che gli ostacoli quotidiani suscitano in noi. Fa rallentare il tempo, dona nuovi colori ai luoghi familiari, amplifica i sensi. Ci spinge a rifuggire abitudini, impegno e stabilità a favore di novità, libertà e cambiamento, armonizzando e soddisfacendo in questo modo entrambe le pulsioni dell'animo umano. Ma allora, come fanno le coppie capaci di mantenere in salute il proprio matrimonio? Secondo la Perel, riescono a coniugare amore e desiderio senza volgere lo sguardo altrove, affrontando con successo il paradosso che contrappone la familiarità domestica alla vivacità erotica. Il sesso è solo sesso? Nell'opinione comune, spiega l'autrice, le donne tradiscono per amore e gli uomini per sesso. Ma un'affermazione del genere è riduttiva, e non coglie le numerose sfumature connesse a un tradimento, né le diverse motivazioni e storie da cui esso scaturisce. Nel libro si racconta ad esempio di Garth, traumatizzato da un'infanzia violenta e incapace di far convivere sesso e amore sotto lo stesso tetto, soddisfacendo dunque i suoi bisogni fisici altrove; di Scott, cresciuto in una cultura maschilista e ossessionato dal dimostrare la sua virilità a ogni donna in circolazione, per affermare la sua identità di uomo vincente. O ancora di Jonah, che ha un debole per i “massaggi con lieto fine” perché in essi trova il l'erotismo che il rapporto con la moglie Danielle non riesce a dargli. In alcuni casi il tradimento finisce col distruggere la coppia, in altri ne demolisce la precedente configurazione e ne consente una nuova versione più sana e consapevole, capace di dare spazio a entrambi i partner e alle loro esigenze emotive e sessuali. Le varie forme del tradimento. Il tradimento può manifestarsi in varie forme, spiega l'autrice; quella sessuale è solo una delle tante. Anche i maltrattamenti fisici ed emotivi o l'assenza e il disinteresse nei confronti dell'altro partner costituiscono infedeltà, e possono spingere il coniuge che ne è vittima a cercare altrove il supporto, l'amore e le attenzioni di cui ha bisogno. Ciò non giustifica il tradimento, ma ne svela le cause e le colpe reciproche. Spesso chi tradisce ha provato prima a comunicare con il partner per spiegargli il proprio disagio, ma non ha ricevuto comprensione e ascolto. Solo quando ha rivolto le proprie attenzioni altrove, è riuscito a dare uno scossone a una storia ormai cristallizzata. Ad esempio, Marlene racconta che il marito Paul è totalmente disinteressato al sesso e che si possono contare sulle dita di una mano il totale dei rapporti che hanno avuto in 10 anni di matrimonio; il marito di Samantha ha deciso di dormire in un altro letto per stare più comodo, e lei ne sente la mancanza; la moglie di Cristophe è una mamma a tempo pieno e si dedica solo ed esclusivamente ai figli, tagliandolo fuori dal quadro; Matt non ricorda nemmeno quando lui e Mercedes hanno smesso di avere rapporti intimi. È chiaro che se uno dei due partner avverte delle mancanze, cercherà altrove il contatto fisico ed emotivo di cui ha bisogno; e paradossalmente, continua l'autrice, scegliere di colmare queste carenze altrove a volte permette di salvare il proprio matrimonio. Il dilemma dell'amante. L'autrice dedica un capitolo anche al “terzo elemento”, ovvero l'amante. Perché anche gli amanti hanno la loro storia. Come Vera, donna innamorata che ha scelto di dedicare la sua vita a Ivan, pur sapendo che lui non avrebbe mai lasciato la moglie per lei; o Andrea, che si sente amata e rispettata da Michael e continua a vederlo sperando segretamente che un domani scelga di stare con lei; o ancora Roxana, travestitasi da infermiera pur di assistere il suo amante al pronto soccorso, dopo che questi aveva avuto un infarto. L'amante vive di compromessi e di speranze, si accontenta dei ritagli di tempo, fluttua in una “stabile ambiguità” da cui è difficile uscire. E in ogni caso, conclude la Perel, senza la prospettiva del terzo elemento avremmo una comprensione solo parziale dei tortuosi giri tracciati dall'amore nelle nostre vite. Sulla monogamia. L'autrice racconta che spesso le viene chiesto se la diffusione dell'infedeltà dimostra che la monogamia non è insita nella natura umana. Ma anche ammettendo una possibile apertura a una non-monogamia consensuale, a questo punto che significato assumerebbe il matrimonio? E quali sarebbero i risvolti biologici, psicologici e sociali? Innanzitutto, la Perel specifica che non-monogamia consensuale e infedeltà sono due cose molto diverse, in quanto la seconda prevede che solo uno dei due partner abbia dei rapporti extra-coniugali, e che l'altro ne rimanga all'oscuro. Inoltre, aggiunge, il fatto di legalizzare l'adulterio pare non attutire la voglia di proibito e il desiderio di trasgredire comunque alle regole prestabilite. Ciò che fa funzionare una relazione aperta è la coppia stessa, laddove i suoi componenti siano in grado di ridisegnare il profilo dell'amore assieme. Ma non è detto che per tutti sia un buon compromesso, e che non si rischi di distruggere il matrimonio. Sono i due partner che devono stabilire i propri confini, e valutare bisogni, desideri e tolleranza reciproci. Dopo la tempesta. Dopo un tradimento, conclude l'autrice, ci sono due esiti possibili per la coppia: restare assieme o separarsi. Individuare l'eredità a lungo termine dell'infedeltà, ovvero i suoi strascichi e le sue conseguenze, è un aspetto cruciale per poter ricostruire il rapporto o per decidere di chiuderlo nel miglior modo possibile. In quest'ultimo caso, ad esempio, la Perel suggerisce di onorare la separazione con una cerimonia o tramite una lettera, in cui esprimere al proprio futuro ex partner i sentimenti provati per lui, le cose belle vissute assieme, e un augurio di felicità reciproca. Questo permette di chiudere meglio il capitolo e di ricominciare una nuova vita con meno rabbia e rancore. Per quanto riguarda i coniugi che decidono di rimanere assieme, invece, in genere si riconoscono tre tipologie di coppia: quelle che restano fisse nel passato (i sofferenti), quelle che si rimboccano le maniche (i costruttori) e quelle che riescono a ricostruire una relazione migliore di prima (gli esploratori). Come si può intuire, è più facile che il matrimonio si salvi quando entrambi i partner si impegnano a lasciarsi il passato alle spalle e a guardare con nuova fiducia al futuro. Infine, conclude l'autrice, ciò che davvero aiuta una coppia è essere sinceri l'uno con l'altro (confidandosi reciprocamente desideri, paure e fantasie), oltre che continuare a ravvivare l'energia erotica in tanti piccoli modi. Citazioni: «L'adulterio è una lama che taglia fino all'osso, ma la ferita si può rimarginare. Il tradimento può perfino diventare occasione di crescita.» «Se l'amore è complicato, l'infedeltà lo è ancora di più. Ma è anche una finestra senza eguali sulle infinite pieghe del cuore umano.» «Quando una coppia viene da me all'indomani di una storia extraconiugale, di solito dico loro: “Il vostro matrimonio è finito. Vorreste sposarvi di nuovo, l'un l'altra?”» «Nel tentativo di proteggerci dal tradimento, esigiamo trasparenza e potere di controllo, ma senza saperlo corriamo il rischio di cancellare quello spazio tra noi e il partner che mantiene vivo il desiderio. Il fuoco ha bisogno di aria.» «Viviamo in una cultura che ci alletta di continuo con promesse di qualcosa di migliore, di più giovane, di vivace. E così non divorziamo più perché siamo infelici; divorziamo perché potremmo essere più felici.» «La curiosità autentica getta un ponte, un primo passo verso la rinnovata intimità, per iniziare a collaborare insieme, nel comprendere e sanare le ferite. Il tradimento è un'impresa individuale; darvi significato, invece, è una joint venture.» Perché leggere questo libro: Perché l'autrice è considerata tra i massimi esperti sull'argomento. Perché contiene molte storie di persone che hanno tradito o sono state tradite. Perché permette di guardare l'infedeltà da differenti angolazioni. Perché per capire meglio i possibili significati del tradimento occorre scavare sotto la superficie. Perché l'autrice mostra, motiva e spiega, anziché esprimere sterili giudizi. Questa scheda è stata realizzata da Giuliana Mosetti Categoria: Relazioni & Coppia