La forza della resilienza


Richard Hanson, La forza della resilienza. I 12 segreti per essere felici, calmi e appagati, ed. Giunti, trad. E. Cantoni

Crescita Personale, Crescita & Sviluppo, Mindfulness & Felicità

L’intento dell’autore è riassumere ciò che ha imparato su come aiutare le persone a guarire dal passato, affrontare il presente e costruirsi un futuro migliore, e proporre modalità per installare risorse efficaci operando un cambiamento significativo...




Richard Hanson, La forza della resilienza. I 12 segreti per essere felici, calmi e appagati, ed. Giunti, trad. E. Cantoni

Richard Hanson, La forza della resilienza. I 12 segreti per essere felici, calmi e appagati, ed. Giunti, trad. E. Cantoni è disponibile su Amazon Richard Hanson, La forza della resilienza. I 12 segreti per essere felici, calmi e appagati, ed. Giunti, trad. E. Cantoni è disponibile su Il Giardino dei Libri

Perchè leggere questo libro

Perché in modo semplice e immediato offre uno sguardo sul funzionamento della mente, svelandone alcuni meccanismi fondamentali e utili alla crescita personale. Perché accompagna il lettore ad interiorizzare le risorse con numerosi esercizi pratici.


Tempo di lettura di questa scheda riassuntiva del libro "La forza della resilienza" di Richard Hanson è di circa 5/10 min.

Abbonati anche tu a DISIATO per leggere la scheda completa di questo libro riassunto per te dal nostro team.

Con DISIATO risparmi tempo e denaro!








Richard Hanson, La forza della resilienza. I 12 segreti per essere felici, calmi e appagati, ed. Giunti, trad. E. Cantoni

Riassunti di libri di crescita personale


Richard Hanson, La forza della resilienza. I 12 segreti per essere felici, calmi e appagati, ed. Giunti, trad. E. Cantoni Chi è l’autore? Richard Hanson è un neuropsicologo e maestro di meditazione specializzato in psicologia clinica e Professore al Greater Good Science Center dell'Università della California. Tiene frequenti e seguitissimi corsi e conferenze nelle più grandi università mondiali come Oxford, Harvard e Stanford. Qual è l’intento dell’autore? L’intento dell’autore è riassumere ciò che ha imparato su come aiutare le persone a guarire dal passato, affrontare il presente e costruirsi un futuro migliore, e proporre modalità per installare risorse efficaci operando un cambiamento significativo del sistema nervoso al fine di raggiungere un benessere resiliente. Questo libro insegna: Le risorse mentali indispensabili per un benessere resiliente. La psicologia e la medicina insegnano che la vita si basa sulla gestione delle sfide, la protezione della propria vulnerabilità e il potenziamento delle proprie risorse, elementi che risiedono in tre sedi diverse: il mondo, il corpo e la mente. Proprio quest’ultima è quella che offre maggiori opportunità perché è la più gestibile e influenzabile. Le nostre risorse mentali determinano la resilienza, caratteristica imprescindibile che ci aiuta nelle differenti esperienze della vita permettendoci di affrontare la sofferenza ma anche di sperimentare maggiormente la felicità. Grazie alla neuroplasticità positiva il cervello trasforma le risorse mentali che esperiamo in cambiamenti definitivi del nostro sistema nervoso attraverso la ripetizione, e le utilizza per soddisfare il nostro bisogno di benessere mediante quattro sistemi essenziali: la comprensione della realtà, l’acquisizione delle risorse, la regolazione di pensieri, emozioni, comportamenti e l’instaurazione di rapporti efficaci con gli altri e il mondo che ci circonda. Questi quattro sistemi combinati ai tre bisogni primari, sicurezza, gratificazione e socialità, individuano i dodici punti di forza interiore alla base della resilienza. La prima modalità che l’autore esamina, la comprensione della realtà, è fondamentale perché determina tre risorse che aiutano nella comprensione e installazione di tutte le altre: la compassione, la mindfulness e l’apprendimento. 1. La compassione si manifesta nel riconoscimento di una sofferenza, propria o di qualcun altro, accompagnato dal desiderio di alleviarla. Provarla verso sé stessi è fondamentale per fare quello sforzo verso la felicità e la resilienza, è infatti provato scientificamente che permette di attivare le aree del cervello preposte alla pianificazione, quindi preparando all’azione. L’autore propone di scrivere delle frasi in cui la usiamo verso di noi leggendole ad alta voce o tenendole in luoghi in cui le vediamo spesso cosi da interiorizzarle. Donare compassione abbassa i livelli di stress e rilassa il corpo, riceverla rende più forti ed equilibrati, quindi provarne verso sé stessi offre i benefici del dare e ricevere contemporaneamente, rende meno autocritici, rafforza l’autostima e favorisce l’ambizione e l’intraprendenza. 2. La mindfulness è la capacità di essere concentrati sul momento presente senza lasciarsi distrarre da pensieri o interferenze, interne o esterne. Permette di ridurre lo stress e di migliorare la salute e l’umore, è utile per regolare l’attenzione, imparare a richiamarla e indirizzarla dove è più utile aiutandoci con la concentrazione e permettendoci di accogliere gli stati interiori osservandoli senza giudizio. È relativamente semplice sperimentarla durante sedute di meditazione ma lo scopo dell’autore è quello di renderla accessibile e farla diventare una risorsa nei momenti più complessi, quotidiani, in cui affrontiamo esperienze stressanti, dolorose o che minano il nostro equilibrio e propone quindi alcuni esercizi pratici in questa direzione spiegando i tre modi fondamentali per riorientare la mente: accettazione, distacco e assimilazione e un esercizio semplice di meditazione utilizzando il respiro. 3. L’apprendimento è il risultato di qualsiasi cambiamento di umore, prospettiva o comportamento che determini una modifica nella struttura o nelle funzioni neurali. Per spiegare come sfruttare il potere dell’apprendimento per l’installazione delle risorse psicologiche l’autore utilizza l’acronimo PACE: la P sta per Positività, la sperimentazione di un’esperienza positiva che ci accade o che creiamo mentalmente attivando una determinata risorsa; la A di arricchimento, con l’immersione totale nell’esperienza e la corrispondente risorsa, anche solo immaginata, che permette di installarla; la C di comprensione che permette di cogliere e accogliere gli effetti di questa esperienza dentro di noi; infine la E di elasticità che collega le esperienze positive a quelle negative del passato per placarle ed eliminarle. L’acquisizione delle risorse, seconda modalità per soddisfare le nostre esigenze, origina tre punti di forza: la grinta, la gratitudine e la sicurezza. 1. La grinta viene definita come “perseveranza ostinata e tenace”, è quella risorsa che ci permette di resistere quando siamo allo stremo, quando tutta la nostra energia si è esaurita. È una facoltà che si compone di diversi elementi: l’autonomia, che permette di essere attivi e causa delle proprie scelte, si ottiene sforzandosi di concentrare l’attenzione su ciò che è possibile e sotto il nostro controllo e trarne il maggior rinforzo possibile; La determinazione, che ci fornisce la forza necessaria a resistere e ad affrontare gli ostacoli, e consiste in quattro aspetti che l’autore consiglia di sperimentare con il metodo PACE, risoluzione, pazienza, persistenza e tenacia; La vitalità che si esprime nel rispetto e nell’accettazione del corpo, elementi che condizionano enormemente lo stato mentale e umorale. 2. La gratitudine permette di sperimentare il benessere nel presente e apporta diversi benefici rinforzando anche la salute fisica. È possibile svilupparla attraverso quattro sistemi: dire grazie riconoscendo le piccole cose positive che ci circondano; assaporare i piaceri utilizzando il processo PACE; sentirsi realizzati raggiungendo un obiettivo e aumentando la consapevolezza dei successi, cosa decisamente complicata soprattutto nella società attuale; provare felicità per gli altri sperimentando beneficio reciproco, risollevando l’umore e aumentando la connessione con il mondo. 3. La sicurezza, acquisita grazie alla protezione e all’accudimento che riceviamo sin dall’infanzia, ci permette di affrontare le difficoltà con competenza e valore e di avere fiducia in noi stessi, nelle relazioni e nel mondo. Per incrementare questa risorsa è necessario concentrarsi sui momenti in cui sperimentiamo interesse, amicizia, amore, affetto, empatia e gratitudine nei nostri confronti, smorzando il nostro critico interiore. La regolazione di pensieri, emozioni e comportamenti favorisce lo sviluppo di tre risorse fondamentali, la calma, la motivazione e l’intimità. 1. La calma ci permette di affrontare situazioni che minano la nostra sicurezza imparando a valutare accuratamente le minacce, sentirci meno vulnerabili e smorzare la rabbia trovando un sano equilibrio. Le sollecitazioni esterne sono gestite dal sistema parasimpatico e da quello simpatico. Il primo generalmente “rilassa ed elabora”, attivandosi fa in modo che il battito cardiaco rallenti, il corpo recuperi le energie e si ripari; il secondo invece prepara l’organismo all’azione. Se all’azione del sistema simpatico si associano emozioni e pensieri positivi si generano passione e resilienza altrimenti il risultato è lo stress. È molto importante praticare forme di rilassamento con regolarità. Alcuni metodi utili sono quelli di espandere l’espirazione; sciogliere più volte durante la giornata punti del corpo in cui si concentrano le tensioni; monitorare il battito cardiaco per intervenire tempestivamente imparando a regolarlo; praticare forme di esercizio fisico rilassanti ed energizzanti; utilizzare la visualizzazione, infatti, concentrarsi sulle immagini generalmente inibisce l’elaborazione linguistica che alimenta il nostro dialogo interno, uno dei maggiori elementi di stress. 2. La motivazione determina il desiderio di qualcosa ed è importante distinguere tra piacere e bisogno. Per bisogno l’autore intende uno stato di malessere in cui sperimentiamo una carenza che cerchiamo di colmare con ostinazione o dipendenza, condizione differente dall’esperienza di un piacere equilibrato. Siamo portati a desiderare sempre appagamenti nuovi e maggiori e la conseguenza è un senso perenne di irrequietezza e insoddisfazione. Per imparare a godere dei piaceri senza compulsione l’autore propone alcune soluzioni tra cui utilizzare la mindfulness, esplorare l’esperienza del piacere puro e semplice e la sensazione di appagamento rinforzandoli. 3. L’intimità ha alla base l’autonomia personale, l’empatia, la compassione, la bontà e la virtù unilaterale. Autonomia e intimità sono strettamente connesse, l’una favorisce e alimenta l’altra potenziando la resilienza. Rafforzare noi stessi è fondamentale, ed è possibile secondo l’autore concentrandoci sulle nostre esperienze e conservando il nostro equilibrio interiore, visualizzando un confine fra noi e gli altri, difendendo l’autonomia nella nostra mente, convocando alleati interiori. È inoltre importante allenare l’empatia e concentrarci sul nostro atteggiamento verso gli altri senza aspettarci nulla in cambio. L’ultima modalità che riguarda la regolazione dei rapporti con gli altri e con il mondo si avvale di tre risorse interiori: il coraggio, le aspirazioni e la generosità. 1. Il coraggio è un elemento necessario nelle relazioni interpersonali. La comunicazione autentica comporta dei rischi, dei fraintendimenti e vulnerabilità. L’autore introduce il concetto di discorso saggio, dove per saggezza intende una combinazione di efficacia e bontà che si ottiene se è benintenzionato, vero, benefico, tempestivo, mai aggressivo e opportuno. È importante chiarire fatti e valori coinvolti, chiedere senza pretendere, ma essere anche sicuri di ciò che si è e ciò che si vuole dalla relazione. 2. Le aspirazioni ci muovono verso la soddisfazione del nostro bisogno di gratificazione grazie al conseguimento degli obiettivi che ci poniamo. Spesso ci allontaniamo dai nostri sogni per paura di correre dei rischi. È fondamentale per ogni ambito della nostra vita trovare il punto di intersezione tra i nostri gusti, talenti e valori e dedicarci ad esso. Bisogna superare la paura di fallire ricordando che il nostro cervello ingigantisce quelle paure, ma più si è disponibili al fallimento, maggiori sono le probabilità di riuscita. 3. La generosità richiama l’altruismo, dote naturale per l’uomo. Riguarda il donare quotidiano senza gesti eclatanti, ed è mossa dalla compassione che grazie all’equanimità ci aiuta a non essere sopraffatti dal dolore degli altri; riguarda anche il perdono, che ci libera dalla malevolenza. La generosità bisogna mostrarla anche a se stessi assumendosi la responsabilità delle proprie azioni, provando il giusto rimorso, rimediando, chiedendo perdono e allo stesso tempo concedendolo a sé stessi. Citazioni: «Concentrarsi e immergersi nell’esperienza di una risorsa interiore – per esempio la sensazione di essersi amico – è un metodo efficacissimo per radicarla nel cervello. E quella risorsa resta per sempre a nostra disposizione.» «Minore è il potere esterno che ci è concesso e più dobbiamo ricordarci di esercitare quello interiore. Nel prendere decisioni ragionate dentro di voi, cercate di riconoscere e sperimentare la sensazione di questa libertà di scelta.» «Questa è l’amigdala: efficacissima nelle situazioni di immediato pericolo, ma anche fonte di agitazione inutile, di reazioni eccessive e di dolorosi conflitti interpersonali. » «A lungo andare le esperienze reattive ci logorano, rendendoci più fragili e vulnerabili, mentre quelle ricettive potenziano la nostra resilienza. La modalità reattiva si è evoluta come soluzione immediata e a breve termine ai problemi di sopravvivenza, non come stile di vita.» «Se ci sentiamo abbastanza protetti e sollecitati, acquisiamo un senso di sicurezza, di valore e di competenza che ci aiuta ad affrontare le difficoltà, soprattutto nei rapporti. Sviluppiamo fiducia in noi stessi, negli altri e nel mondo. » Perché leggere questo libro: Perché in modo semplice e immediato offre uno sguardo sul funzionamento della mente, svelandone alcuni meccanismi fondamentali e utili alla crescita personale. Perché accompagna il lettore ad interiorizzare le risorse con numerosi esercizi pratici. Questa scheda è stata realizzata da B. Muzzolon Categoria: Crescita & Sviluppo, Mindfulness & Felicità