L’immagine parla di te


Valeria Viero, L’immagine parla di te, Wide edizioni

Crescita Personale, Crescita & Sviluppo

L'intento dell'autrice è di condurre il lettore o la lettrice a conoscere gli elementi di stile utili per creare un’immagine che rispecchi se stesso/a. Far comprendere al lettore che lo stile si differenzia dalla moda e ci mostra come spiegandoci il suo...




Valeria Viero, L’immagine parla di te, Wide edizioni

Valeria Viero, L’immagine parla di te, Wide edizioni è disponibile su Amazon Valeria Viero, L’immagine parla di te, Wide edizioni è disponibile su Il Giardino dei Libri

Perchè leggere questo libro

Perché approfondisci le forme del tuo corpo e scopri quali abiti si adattano meglio a te. Perché vedrai le schede delle quattro palette per vedere quali colori si adattano meglio al tuo incarnato, capelli e occhi. Perché l’autrice parla anche di...


Tempo di lettura di questa scheda riassuntiva del libro "L’immagine parla di te" di Valeria Viero è di circa 5/10 min.

Abbonati anche tu a DISIATO per leggere la scheda completa di questo libro riassunto per te dal nostro team.

Con DISIATO risparmi tempo e denaro!








Valeria Viero, L’immagine parla di te, Wide edizioni

Riassunti di libri di crescita personale


Valeria Viero, L’immagine parla di te, Wide edizioni Chi è l’autore? Valeria Viero è consulente in Comunicazione attraverso la Valorizzazione dell'Immagine, formatasi presso l' Ecole Supérieure de Relooking a Parigi e allieva di Marie de Tilly nell'ambito dell'etichetta e del protocollo, è ora direttrice dell’Ecole Supérieure de Relooking in Italia (ESR-Italia).   Qual è l’intento dell’autore? Condurre il lettore o la lettrice a conoscere gli elementi di stile utili per creare un’immagine che rispecchi se stessa/o. Far comprendere al lettore che lo stile si differenzia dalla moda e ci mostra come spiegandoci il suo messaggio e cosa veicola.   Conosci meglio il libro: • Il concetto di power dressing che l'autrice spiega essere il modo di vestirsi con coerenza, oltre la moda, per mostrare chi siamo al mondo. Il guardaroba di una persona dovrebbe rappresentare la sua personalità. Dovrebbe "raccontare" la persona e ciò che vuole comunicare. La scelta dei capi da indossare è un modo per descriversi e per definirsi. Il termine moda deriva dal latino modus che significa maniera, foggia. La moda è la maniera di esprimersi del pensiero dominante. Lo stile, invece, deriva dal latino stilus, cioè penna. Lo stile quindi è la propria firma, ciò che dona originalità a ciascuno di noi. Lo stile è personale, non trasferibile, unico, è creato dalla persona e influenza la persona. La moda passa, lo stile resta - diceva Coco Chanel.  • Costruire un proprio stile ci aiuta a distinguerci e a far giungere il nostro messaggio. Senza stile indossiamo una maschera, la maschera che tanti altri indossano ripiegando sulla moda. Ciò che indossiamo influenza chi ci osserva e di conseguenza ha un impatto sulla concezione in cui veniamo percepiti e dunque trattati. Il nostro guardaroba racchiude un grande potere. • Come si sceglie cosa portare? Se il nostro contenitore è così in contrasto con il nostro contenuto o con ciò che ci si attende da noi, il mondo che ci circonda non vorrà nemmeno scoprire cosa si cela dietro al nostro aspetto: la nostra personalità, i nostri valori, le nostre idee, ecc. Sono sufficienti degli abiti grezzi e dal colore smorzato per fare di un monaco una persona semplice, povera, dedita alla preghiera? Certo che no. Ma sarebbe credibile un monaco vestito di abiti d’oro e d’argento, velluti, sete e pietra preziose? L’abito non fa dunque il monaco, ma il monaco fa l’abito. • L’abito fa il professionista. Il monotono dress code di Steve Jobs, fatto di sneakers New Balance, jeans Levi’s e maglia nera a collo alto, serviva da uniforme. Questo stile minimale lo identificava allo stile essenziale dei prodotti Apple e alla loro user-friendliness. • Quale prima impressione vuoi dare di te? L’abbigliamento, che lo si voglia o no, gioca un ruolo determinante per dare una buona percezione. Indossando un certo capo di abbigliamento, si adottano le caratteristiche ad esso associate ed è importante esserne consapevoli. Inoltre, mostrare di avere un proprio stile può essere una vera carta vincente per distinguersi nel mondo del lavoro. È importante, sottolinea tuttavia l’autrice, adeguarsi al contesto e – insieme – sfoggiare un proprio stile. • Quali colori scegliere? La scelta cromatica è al centro dell’interesse di ogni consulente d’immagine. Prendiamo ad esempio il colore della cravatta dei presidenti americani, la scelta non è mai casuale e tendenzialmente si limita a due possibilità (nei momenti chiave e più mediatici): il rosso ed il blu. Dal 1976 al 2016 il 61% dei candidati ha utilizzato una cravatta rossa o nelle sfumature del rosso durante il dibattito tra opponenti, il 27% ne ha utilizzata una blu e solo l’8% una cravatta a motivi tono su tono, il 2% marrone e il restante 2% grigia. Le domande da porsi per scegliere i colori sono: a) Quali sono i colori che si armonizzano meglio con il mio viso (il mio incarnato, il colore di miei occhi e quello dei miei capelli)? b) Quali sono le qualità e caratteristiche personali che voglio sottolineare oggi in base agli impegni della giornata? • Distingui i colori freddi da quelli caldi in base alle stagioni. Guarda il tuo viso, i capelli e gli occhi, hai forti contrasti? Hai colori omogenei e caldi? Le macro-categorie distinte dall’autrice sono Palette primavera per colori caldi e chiari, Palette Estate per colori chiari e freddi, Palette autunno per colori caldi e scuri, Palette inverno per colori freddi e scuri. Scatta una fotografia e mostrala ad amici, guardati con distacco e confronta quali vestiti accostati al viso davanti allo specchio illuminano il tuo viso. • E per i colori che traducono il nostro messaggio comunicativo? Le bevande vitaminiche sono spesso brandizzate in arancione, i detersivi con il bianco, blu o azzurro. E tu? Ecco alcuni esempi di messaggi veicolati da colori: il rosso veicola passione, eccitazione, aggressività o vittoria. Il giallo trasmette gioia, luce, ottimismo. Il marrone è il colore della semplicità, della rassicurazione, della sincerità. Il blu è il colore dell’integrità e della fiducia. Il nero, infine, è il colore dell’eleganza ma anche della severità e austerità. I vari colori associati creano il tuo messaggio unico: il tuo stile. • E le forme? Anche le forme veicolano un messaggio? Forme arrotondate nei vestiti o forme spigolose? Forme aderenti o che cadono? Asimmetriche dal taglio inconsueto o forme regolari? Qual è il tuo messaggio? Scegli le forme in base alla forma del tuo corpo e al messaggio che vuoi veicolare. L’autrice nel libro propone un esercizio: quello di scrivere le caratteristiche della propria personalità e così da scegliere poi che tipo di forma si adatta meglio alla persona che sei o che vuoi essere. • L’immagine parla e parla forte. Ma non avere fretta, pensa a una trasformazione di stile che duri e che sia – se non per sempre – per il presente di oggi e dei prossimi anni. Diffida delle proposte di cambio di look drastico e repentino che si svolgono in poche ore o al massimo una giornata. Citazioni: «”La moda passa, lo stile resta”, questa frase attribuita a Coco Chanel riassume l'essenza della differenza tra moda e stile.» «Senza stile siamo uno, nessuno, centomila.» «La vera difficoltà è riuscire a trovare uno stile personale che sia al tempo stesso unico e comunicativo, ma anche espressione del gusto collettivo del gruppo a cui desideriamo appartenere.» «L’abito non fa il monaco, ma fa il professionista.» «Valorizzarsi per essere valorizzati.» «L’immagine parla e parla forte.»   Perché leggere questo libro: Perché approfondisci le forme del tuo corpo e scopri quali abiti si adattano meglio a te. Perché vedrai le schede delle quattro palette per vedere quali colori si adattano meglio al tuo incarnato, capelli e occhi. Perché l’autrice parla anche di acconciature, tintura di capelli e occhiali in base alla forma del viso e ai tuoi colori. Per migliorare la tua autostima e rivelare al meglio e subito chi sei veramente.   Acquista il libro nella tua libreria preferita Noi consigliamo Il Giardino dei Libri per acquistare la tua copia