PNL per genitori


Michele De Santis, PNL per genitori, Area 51 Publishing

Crescita Personale, Genitorialità

Con questo libro l’autore intende fornire ai genitori nuovi spunti per un approccio alla comunicazione quotidiana tra genitori e figli basata sull’utilizzo di efficaci tecniche di Programmazione Neurolinguistica.




Michele De Santis, PNL per genitori, Area 51 Publishing

Michele De Santis, PNL per genitori, Area 51 Publishing è disponibile su Amazon Michele De Santis, PNL per genitori, Area 51 Publishing è disponibile su Il Giardino dei Libri

Perchè leggere questo libro

Perché lo stile dell’autore pratico e divertente è in grado di coinvolgere i lettori. Perché propone e spiega in maniera molto approfondita vari esercizi di PNL, che possono guidare i genitori nella comunicazione efficace con i loro figli. Perché ogni...


Tempo di lettura di questa scheda riassuntiva del libro "PNL per genitori" di Michele De Santis è di circa 5/10 min.

Abbonati anche tu a DISIATO per leggere la scheda completa di questo libro riassunto per te dal nostro team.

Con DISIATO risparmi tempo e denaro!








Michele De Santis, PNL per genitori, Area 51 Publishing

Riassunti di libri di crescita personale


Michele De Santis, PNL per genitori, Area 51 Publishing Chi è l’autore? Michele De Santis ha conseguito il livello Advanced Master Practitioner in Programmazione Neuro Linguistica. Ha maturato anni di esperienza in qualità di Assistente Sociale, Coach, Trainer/Formatore e Operatore Olistico. Grande appassionato di discipline del benessere per l’evoluzione personale. Fondatore della onlus Energheia, associazione di volontariato per l'animazione di strada attraverso le tecniche circensi, rivolte a gruppi di bambini e ragazzi disagiati. Qual è l’intento dell’autore? Con questo libro l’autore intende fornire ai genitori nuovi spunti per un approccio alla comunicazione quotidiana tra genitori e figli basata sull’utilizzo di efficaci tecniche di Programmazione Neurolinguistica. Conosci il libro • La differenza che fa la differenza. Grazie alla Programmazione Neurolinguistica si possono apprendere rapide ed efficaci strategie per entrare rapidamente in sintonia con gli altri, migliorare lo stato emotivo, comunicare in modo più efficace e convincente ed ampliare la propria mappa mentale. Può essere considerata in definitiva un’applicazione pratica per il miglioramento personale e per eccellere come genitori. In PNL la tecnica del Ricalco è in grado di produrre Rapport, grazie al quale è molto più facile andare in Guida e quindi massimizzare la probabilità di essere ascoltati. Spesso i genitori vanno direttamente in Guida senza prima Ricalcare. Per essere efficaci con i figli, i genitori devono tenere presente di dover Ricalcare su tre livelli per creare un buon clima d’intesa e ascolto: il livello verbale (ripetendo alcune parole chiave utilizzate dai figli nella comunicazione); il livello non verbale (rispecchiando postura e gesti); il livello paraverbale (riproducendo tono e velocità della voce). • Lo stato d’animo dei bambini. Gli stati d’animo e gli umori, sia positivi che negativi, che si vivono in famiglia sono spesso contagiosi: quando il genitore si trova in uno stato depotenziante, non può certo pretendere che il figlio sia in uno stato allegro e disponibile. Il segreto in questo caso è che il genitore per primo tenti di recuperare uno stato potenziante per potere essere d’esempio. La PNL insegna che per entrare nello stato giusto, bisogna agire su tre lati: fisiologia (postura, movimento, biochimica); linguistica (vocabolario trasformazionale); focus (rappresentazione interna potenziante). • Le parole magiche. La linguistica ha il sorprendente potere di cambiare il modo in cui si percepiscono gli eventi. Le parole possono essere «parole killer» o «parole salvezza». Una delle parole più magiche che un genitore può pronunciare è di certo il nome di suo figlio. L’incantesimo che provoca può essere reso ancora più efficace se accompagnato da un contatto fisico, guardarlo negli occhi e pronunciato insieme ad alcune «parole magiche» capaci di ampliare la mappa mentale. Tra le «parole killer» in grado di uccidere la comunicazione, l’autore menziona: tuttavia, ma, però, perché, non. Sono parole che suggeriscono una rappresentazione interna che programma il subconscio in negativo. Molto meglio utilizzare le «parole salvezza»: parole e frasi espresse in positivo (e, anche se, come? per quale ragione?) che favoriscono una programmazione inconscia positiva. Così come l’utilizzo di metafore e citazioni è utilissimo per imprimere un messaggio direttamente nella corteccia cerebrale dei figli. • La Programmazione durante il sonno. Ogni volta che nasce l’esigenza di velocizzare alcuni cambiamenti nei figli (quando, ad esempio, non si riesce in alcun modo a fargli ritrovare fiducia in loro stessi, ma anche in assenza di problemi specifici per rafforzare la loro serenità), i genitori possono utilizzare la Doppia Induzione: una tecnica di programmazione mentale che viene applicata durante il sonno sfruttando il fatto che la mente inconscia non dorme mai e crolla la barriera della mente conscia (che invece in quel momento dorme). Si tratta di parlare o sussurrare all’orecchio del figlio affermazioni positive ed incoraggianti per 5/8 minuti, ogni sera e per qualche settimana fino a quando si saranno raggiunti gli obiettivi che si erano prefissati. • La tecnica del cinema e la time line. Ci sono alcune abitudini dei figli che fanno diventare matti i genitori, come per esempio lasciare in disordine le loro cose. Per facilitare il cambiamento di questo tipo di comportamenti si può utilizzare la tecnica di PNL chiamata Generatore di nuovo comportamento. Si tratta di una visualizzazione guidata, adatta anche per i bimbi più piccoli, una tecnica di programmazione mentale di Ricalco del futuro che coinvolge i tre livelli rappresentazionali (visivo, auditivo, cinestesico), in grado di incidere nel subconscio nuovi programmi neurali. Questa tecnica è storicamente utilizzata in PNL per la cura veloce delle fobie. Una fobia può essere appresa in pochissimo tempo e così, sfruttando le enormi capacità di apprendimento del cervello, potrà essere eliminata altrettanto velocemente interrompendo il meccanismo che la scatena per sempre. Al fine di correggere le percezioni di eventi accaduti in passato, oppure programmare in maniera vincente un evento futuro, in PNL si utilizza la tecnica del viaggiare sulla Linea del tempo. È una tecnica molto utile, che lavora contemporaneamente su tutte e tre le submodalità, nel caso in cui per esempio un figlio debba affrontare un’interrogazione che per qualche motivo lo mette in ansia. Viaggiare sulla sua time line lo aiuterà a recuperare nel passato lo stato-risorsa (ad esempio serenità e calma), che gli servirà per affrontare positivamente l’interrogazione. Citazioni «Ad alcuni genitori chiedo spesso di mettersi davanti allo specchio e chiedersi se con la persona che vedono riflessa ci passerebbero volentieri del tempo». «Una volta che ho ritrovato i miei punti di riferimento, sono diventato io il punto di riferimento per le persone dietro di me». «La vita di tuo figlio cambierà in meglio quando tu cambierai in meglio». Perché leggere questo libro Perché lo stile dell’autore pratico e divertente è in grado di coinvolgere i lettori. Perché propone e spiega in maniera molto approfondita vari esercizi di PNL, che possono guidare i genitori nella comunicazione efficace con i loro figli. Perché ogni singolo argomento è accompagnato da una spiegazione teorica e dall’esperienza personale e famigliare dell’autore. Questa scheda è stata realizzata da Nicoletta G. Categoria: genitorialità Acquista il libro nella tua libreria preferita Noi consigliamo Il Giardino dei Libri per acquistare la tua copia