Posso farti diventare ricco


Paul McKenna, Posso farti diventare ricco, TEA edizioni, trad. S. Sinigaglia

Crescita Personale, Crescita & Sviluppo

Nella prefazione scritta da Richard Branson, viene subito spiegato che diventare ricchi non è il semplice accumulare soldi. Per avere successo oggi – dice Branson –è necessario essere ricchi in felicità, amicizie, salute, idee. L’intento di McKenna...




Paul McKenna, Posso farti diventare ricco, TEA edizioni, trad. S. Sinigaglia

Paul McKenna, Posso farti diventare ricco, TEA edizioni, trad. S. Sinigaglia è disponibile su Amazon Paul McKenna, Posso farti diventare ricco, TEA edizioni, trad. S. Sinigaglia è disponibile su Il Giardino dei Libri

Perchè leggere questo libro

Per la guida dettagliata che, tra schemi e visualizzazioni, l’autore offre al lettore. Perché mette in chiaro sin da subito che il libro non è per chi vuole solo “fare soldi”, ma per chi vuole diventare una persona ricca: in affetti e salute e in...


Tempo di lettura di questa scheda riassuntiva del libro "Posso farti diventare ricco" di Paul McKenna è di circa 5/10 min.

Abbonati anche tu a DISIATO per leggere la scheda completa di questo libro riassunto per te dal nostro team.

Con DISIATO risparmi tempo e denaro!








Paul McKenna, Posso farti diventare ricco, TEA edizioni, trad. S. Sinigaglia

Riassunti di libri di crescita personale


Paul McKenna, Posso farti diventare ricco, TEA edizioni, trad. S. Sinigaglia Chi è l’autore? Paul McKenna è ipnoterapeuta inglese, ha un Ph.D. in scienze del comportamento, è studioso di PNL, formatore e performer. Ha scritto molti libri di successo e ha presentato alcuni programmi televisivi sulla crescita personale, il cambiamento e l’ipnosi. Tiene corsi in tutto il mondo e in particolare nella sua Inghilterra e in America. Qual è l’intento dell’autore? Nella prefazione scritta da Richard Branson, viene subito spiegato che diventare ricchi non è il semplice accumulare soldi. Per avere successo oggi – dice Branson –è necessario essere ricchi in felicità, amicizie, salute, idee. L’intento di McKenna è proprio questo, quello di aiutare il lettore a cambiare atteggiamento nei confronti dei soldi per poterli usare a servizio dell’umanità e di una vita personale migliore. Conosci meglio il libro: • Esistono solo due modi per dare senso al mondo: consciamente e inconsciamente. La mente cosciente è quella parte che pensa deliberatamente, mentre quella inconscia ha il potere di processare milioni di messaggi e informazioni sensoriali ogni singolo secondo. Essa contiene la nostra saggezza, memorie e intelligenza profonda. La parte inconscia gestisce i programmi della nostra mente, come per esempio guidare un'automobile: un'abitudine composta da molti piccoli gesti automatici. Ma, certe volte, è necessario aggiornare alcuni programmi che si rivelano obsoleti. È necessario riprogrammare la propria mente inconscia così da poter restare continuamente focalizzati su ciò che si vuole creare. L'autore ci ricorda che non si tratta di fingere, o di sembrare ricchi, spendendo ancora più soldi per mostrare un'immagine finta di sé. • Trasformare la relazione con i soldi. Qualsiasi significato si associa ai soldi può attirarli o allontanarli. McKenna ci parla quindi delle convinzioni, quei pensieri che possono limitare il nostro rapporto con la ricchezza: «I soldi corrompono», «Non ci sono abbastanza soldi per tutti», «Se faccio i soldi perderò i miei amici». L'autore propone un gioco di parole, quello di sostituire alla parola “soldi”, la parola "badili", immaginando quindi di dire «I badili corrompono», Non ci sono abbastanza badili per tutti», «Se ho tanti badili non avrò più amici». Il carico emotivo associato ai soldi così perde di significato. • Più ci sentiamo a nostro agio con la ricchezza degli altri, più accumuleremo ricchezze che ci appartengono. Diversi anni fa, ci racconta l'autore, fu condotto uno studio che comparava la felicità alla ricchezza e che fu rivelatore. Ai partecipanti fu chiesto quale tra i due seguenti scenari preferissero: 1. Ricevere 90.000 dollari e i loro amici e colleghi riceverne 80.000, oppure 2. Ricevere 100.000 dollari ma i loro amici e colleghi riceverne 110.000. La risposta dimostrò un pensiero povero, la maggior parte degli intervistati preferiva ricevere meno soldi ma riceverne di più delle persone che conoscono. Invece, i "pensatori ricchi" non usano i soldi per sentirsi meglio, li usano solo per arricchire la propria vita. • Espandere le proprie entrate. Ecco la visualizzazione proposta dall'autore per abituarsi all’idea di poter guadagnare di più: immaginiamo che ciò che guadagniamo oggi possa essere raddoppiato. Quando riusciamo a immaginarlo, immaginiamo di raddoppiarlo ancora. Fino a dove riusciamo ad immaginare che l'ammontare si raddoppia? Al limite ove il quale non si riesce più ad andare oltre, l'autore suggerisce di ritornare a pensare al guadagno attuale ed immaginare di incrementarlo solo del 10%. Adesso è più facile concepire tale aumento? Con questo breve gioco mentale, l'autore ci dimostra che la preparazione mentale aiuta ad accettare cambiamenti in favore di maggior ricchezza. • È tutta questione di focus. Noi otteniamo ciò su cui ci focalizziamo. È quanto – ci ricorda McKenna – ci spiegano gli scienziati della fisica quantistica che vedono l'universo essenzialmente fatto di atomi e molecole vibranti, assoggettati a una particolare energia e frequenza. Simile attrae simile. Si tratta della legge di attrazione che a livello atomico ed energetico funziona secondo il principio che in musica viene definito come "risonanza simpatetica" (ciò che è in armonia con una vibrazione risuonerà con essa). Il messaggio qui è che noi siamo come dei giganti diffusori di energia ed è bene sapere su quale frequenza siamo sintonizzati. • La biochimica della paura e dell'avarizia. Per affrontare questi due sentimenti, l'autore ci ricorda che non sempre i soldi portano alla felicità e che è bene dissociarli da paura o avarizia. Per questo ci propone un esercizio di digitazione di punti energetici che corrispondono ai punti dell'agopuntura e che ci fanno scoprire la pratica del TFT (Thought Field Therapy). McKenna invita il lettore a pensare alla paura di perdere tutto: immaginare di non avere più nulla e di essere rimasto senza niente. Se il sentimento è alto su una scala ipotetica da 0 a 10, allora l'esercizio può proseguire: 1. Restando focalizzati sulla paura, picchiettare una decina di volte sotto la clavicola, 2. Poi picchiettare leggermente sotto l'occhio del lato della clavicola scelta, 3. Tornare alla clavicola (la stessa di prima e picchiettare ancora), 4. Picchiettare sulla parte esterna della mano (il taglio del Karate, come lo chiama, la parte esterna della mano con la quale il karateca colpisce), 5. Chiudere gli occhi e aprirli, 6. Continuare a picchiettare il taglio della mano e guardare in basso a destra e in basso a sinistra. Poi far girare gli occhi a 360° in senso orario e in senso antiorario, 7. Poi mugugnare una canzoncina (ad esempio le prime parole di "Tanti auguri"), 8. Contare ad alta voce da 1 a 5 e mugugnare di nuovo le note. 9. L'esercizio psicosensoriale termina con il test finale: quanta paura di perdere tutto si ha adesso? Lo stesso esercizio può essere svolto per annullare il senso di avarizia e attaccamento al denaro. Questo esercizio è stato usato da psicologi per il ricovero da disordine da stress post traumatico. • Come si creano i soldi? Esistono tre caratteristiche specifiche da rispettare per fare soldi: la prima è l'unicità che deve rispettare la propria offerta. La seconda è lo scopo, in generale più valore si dà al mondo, più soldi si fanno. La terza è l'impatto sul numero di persone alle quali si migliora la vita. In pratica, secondo l'autore Il segreto per diventare ricchi deve rispettare questi tre requisiti: di unicità, di servizio e di valore. Ogni giorno per 30 giorni l'autore suggerisce di scrivere 10 idee che soddisfano questi tre requisiti. Alla fine, si arriverà a possedere 300 idee per aggiungere valore al mondo. • Il coach e amico dell'autore, Michael Neill dice: «Tutto ciò che di valore si raggiunge è il risultato dello sforzo di un team». Niente di grande può essere raggiunto senza l'aiuto di persone valide su cui contare, e l'autore ci ricorda come poter dare valore al proprio team: 1. Mantenere contatto, 2. Pagare il giusto valore, 3. Non soffocare: delegare i compiti ma non la responsabilità, 4. Condividere la propria visione di ricchezza. • Una formula testata per il successo. Ecco sei semplici passi da seguire per raggiungere il successo: 1. Scegliere di sviluppare una propria passione o un interesse genuino. 2. Focalizzarsi sulla differenza e il valore che si può dare al mondo. 3. Immaginare vividamente ogni dettaglio su come potrà svilupparsi il proprio business. 4. Valutare i rischi e decidere quali vale la pena prendere, 5. Intraprendere azione massiccia (Gli imprenditori agiscono dopo aver deciso; secondo l'autore, l'azione è un grande "equalizzatore sociale". Non importa quanto possa essere intelligente qualcuno o quanto capitale abbia da investire, se non si agisce non si arriva da nessuna parte). 6. Aspettarsi degli ostacoli, imparare dai fallimenti e continuare a muoversi verso il risultato. • Nell'ultima sezione del libro, l'autore guida il lettore alla realizzazione di un "business plan" fatto di scopi, valori e vision. Ecco alcune domande proposte da Mckenna: Spiega la tua idea di business in 50 parole o meno. Come funziona? Spiegalo a un bambino di 5 anni. Chi sono i tuoi clienti? Qual è il fine più ultimo del tuo business? A cosa assomiglierebbe un successo clamoroso? Perché sei in questo business? Quando saprai di aver terminato con questo business? • Ecco le tre chiavi che conducono alla ricchezza: networking, marketing, vendita. Negli anni '60 lo psicologo Stanley Milgram condusse un interessante esperimento sulle connessioni tra persone. A 160 persone in Nebraska fu consegnato un pacchetto con precise istruzioni di farlo arrivare a una persona ben specifica nel Massachusetts. La sfida era far passare il pacchetto di mano in mano. Quando Milgram tracciò i percorsi dei pacchi, scoprì che di media i passaggi erano 5 o 6. Questa è l'origine della famosa frase "sei gradi di separazione". Fare marketing è semplicemente comunicare la storia del proprio prodotto o servizio al maggior numero di persone potenzialmente interessate a comprarlo. Fare marketing significa anche risolvere problemi ancor prima che essi si manifestino. Vendere significa chiedere alle persone di investire nella propria offerta ed è importante saper fare un'offerta che sia 1. chiara, 2. corrispondente a ciò che le persone cercano e 3. sempre, sottolinea l'autore, focalizzarsi sui vantaggi. Citazioni: «Essere ricchi è vivere la tua vita secondo le tue possibilità e non secondo i tuoi limiti.» «La differenza tra il ricco e il povero è che il ricco ha imparato a riconoscere il valore dei propri pensieri.» «Se oggi fosse l'ultimo giorno della mia vita, vorrei fare ciò che sto per fare oggi?» «Fagli sapere chi sei. Racconta loro la storia di ciò che offri. Convincili che ne vale la pena.» «Risolvi i problemi prima che emergano.» Perché leggere questo libro: Per la guida dettagliata che, tra schemi e visualizzazioni, l’autore offre al lettore. Perché mette in chiaro sin da subito che il libro non è per chi vuole solo “fare soldi”, ma per chi vuole diventare una persona ricca: in affetti e salute e in soldi, in funzione della propria vita e per migliorare quella degli altri. Categoria: crescita / sviluppo Acquista il libro nella tua libreria preferita Noi consigliamo Il Giardino dei Libri per acquistare la tua copia