Il potere del cervello quantico


Italo Pentimalli – J.L. Marshall, Il potere del cervello quantico, Uno Editori

Crescita Personale, Crescita & Sviluppo, Salute & Benessere

L'intento degli autori è quello di trasmettere alle persone informazioni utili su come far esplodere il potenziale nascosto del proprio cervello, attraverso un metodo concreto ed efficace che permette di: aumentare la capacità intuitiva e la capacità di...




Italo Pentimalli – J.L. Marshall, Il potere del cervello quantico, Uno Editori

Italo Pentimalli – J.L. Marshall, Il potere del cervello quantico, Uno Editori è disponibile su Amazon Italo Pentimalli – J.L. Marshall, Il potere del cervello quantico, Uno Editori è disponibile su Il Giardino dei Libri

Perchè leggere questo libro

Perché è un best seller che ha aiutato migliaia di persone a migliorare il proprio stile di vita, spiegando concetti tratti dalle esperienze pluriennali degli autori, attraverso un linguaggio semplice ed efficace, corredato da schemi riassuntivi ed esercizi...


Tempo di lettura di questa scheda riassuntiva del libro "Il potere del cervello quantico" di Italo Pentimalli è di circa 5/10 min.

Abbonati anche tu a DISIATO per leggere la scheda completa di questo libro riassunto per te dal nostro team.

Con DISIATO risparmi tempo e denaro!








Italo Pentimalli – J.L. Marshall, Il potere del cervello quantico, Uno Editori

Riassunti di libri di crescita personale


Italo Pentimalli - J.L. Marshall, Il potere del cervello quantico, Uno Editori Chi sono gli autori? Italo Pentimalli è autore, conferenziere, speaker e fondatore di PiuChePuoi.it, la community sulla crescita e lo sviluppo personale più visitata in Italia. È stato uno dei pionieri della formazione sul web in Italia, creando un vasto seguito di appassionati dal 2004 ad oggi. J.L. Marshall (pseudonimo) è imprenditore, autore ed esperto di marketing e comunicazione. Qual è l’intento degli autori? L'intento degli autori è quello di trasmettere alle persone informazioni utili su come far esplodere il potenziale nascosto del proprio cervello, attraverso un metodo concreto ed efficace che permette di: aumentare la capacità intuitiva e la capacità di percepire se stessi e la propria strada; sviluppare più sicurezza e chiarezza nella propria vita; ottenere il peso forma desiderato; migliorare il tenore della propria vita; migliorare le relazioni e molto altro ancora. Tutto questo nel minor tempo "quantisticamente" possibile (nel corso del libro viene spiegato il perché). Questo libro insegna: ● Come funziona la mente. Gli autori spiegano in modo semplice che il cervello di ognuno di noi è composto da circa 100 miliardi di cellule cerebrali chiamate neuroni. Questi si collegano fra loro elettricamente e bio-chimicamente attraverso le sinapsi, per permetterci di imparare e ricordare tutto ciò che apprendiamo durante la nostra vita. Le informazioni di base cooperano tra loro per formare conoscenze e concetti più complessi, che vengono immagazzinati nel cervello attraverso i circuiti elettrici delle sinapsi creando i "programmi mentali", come li definisce l'autore. Una volta creato, un programma verrà in seguito richiamato istantaneamente, anche in presenza di pochi dettagli e, soprattutto, si lancerà in automatico e non verrà più messo in discussione. ● Come cambiare. A volte cambiare richiede uno sforzo iniziale perché dobbiamo interrompere un circuito e attivarne uno nuovo. Il cervello viene programmato principalmente per ripetizione ed emozione. L’autore ci rammenta la presenza dei neuroni specchio, una particolare classe di cellule del cervello che si attivano sia in chi compie l’azione sia in chi la osserva; motivo per cui per il cervello fare qualcosa o semplicemente osservarla è molto simile, e quindi impariamo anche dai comportamenti delle persone che ci circondano. Se gli eventi sono vissuti in modo traumatico, le emozioni sono in grado di generare solidi programmi mentali anche in una sola volta, e poi richiamarli in modo automatico. L’autore ci ricorda che gli esseri umani si muovono solo in due modi: fuggono dal dolore oppure vanno verso il piacere. Il cervello è un ottimo “esecutore”, cioè è un organo che esegue, molto bene, ciò per cui è stato programmato. Lo scenario della vita, quindi, è il risultato di una serie di programmi mentali, che hanno un fortissimo ruolo nell'influenzare le proprie decisioni. ● Le quattro fasi di apprendimento del cervello. Come ci ricorda l’autore, il processo di apprendimento del cervello è suddiviso in quattro fasi: 1) Incompetenza inconscia - non lo so fare, ma neanche so di non saperlo fare, 2) Incompetenza conscia - non lo so fare, ma a questo punto me ne rendo conto, 3) Competenza conscia - visto che non lo sapevo fare, decido che lo imparo, 4) Competenza inconscia - dopo aver fatto pratica quella conoscenza / abilità non richiede più il mio controllo vigile, viene svolta o richiamata in automatico, senza più essere messa in discussione. ● Le cinque caratteristiche dei programmi mentali. Italo Pentimalli spiega le cinque caratteristiche che rendono i programmi mentali in grado di influenzare in modo forte le nostre percezioni e le nostre scelte, restituendo un’immagine distorta della realtà: 1) I programmi mentali attivano e rinforzano l’attenzione selettiva, un vero e proprio radar che abbiamo nella testa e che mostra solo ciò per cui è stato programmato: ovvero ciò su cui si è concentrati e rientra in quello che viene definito: "stato di attenzione". 2) Non vengono più messi in discussione: una volta creata una sinapsi il programma mentale passa a livello inconscio, non ha più bisogno di attenzione vigile e viene richiamato automaticamente. 3) Sono autorafforzanti: «più lo vivi e più ci credi; più ci credi e meno lo metti in discussione; meno lo metti in discussione e più diventa la tua verità, qualsiasi cosa accada». 4) Sono stabilizzanti: «ti fanno stare bene, eliminando la paura dell'ignoto, con il risultato che il programma mentale verrà rivissuto all'infinito, fino a scrivere il tuo destino». 5) Sono autoconvalidanti: il cervello fa in modo di reinterpretare gli eventi affinché rientrino nello schema del programma mentale installato, qualsiasi cosa accada. ● Le quattro fonti principali di programmazione del nostro cervello. Contribuiscono a creare il nostro modo di pensare, di essere, le nostre idee e la nostra percezione del "chi siamo". Sono le seguenti quattro: cultura, mass media, gli altri, te stesso (e le storie che ti racconti). Nel libro, questo argomento viene approfondito con vari esempi per far comprendere al lettore come queste quattro fonti siano in grado di influenzare la realtà. ● Come il cervello influenza la realtà. Gli autori illustrano il ciclo di creazione della realtà: 1) A livello meccanicistico i programmi mentali danno forma a un pensiero. Un’idea, un pensiero che ti viene in mente (e che credi sia un tuo pensiero…). 2) Il pensiero genera uno stato d’animo. Ovvero come ti senti in relazione a quel pensiero. 3) Lo stato emotivo provoca una decisione. Lo stato emotivo ti suggerisce, sotto forma di un’idea, di una vocina… la decisione giusta da prendere. 4) La decisione appena presa porta allo svilupparsi di un’azione. Ogni azione è preceduta da una decisione, la decisione di compiere quell’azione. 5) L’azione appena intrapresa si trasforma in un risultato. Il risultato è la naturale conseguenza all’azione appena intrapresa. Ovviamente poi il risultato va ad aggiungersi alla conoscenza, come in un ciclo. La buona notizia è che qualsiasi programma mentale – retto sulle sinapsi – è biologicamente reversibile: questo fenomeno è conosciuto come "plasticità neurale" o neuroplasticità, ovvero la capacità neurologica di riorganizzare i contenuti creando nuovi programmi mentali da sostituire ai vecchi. ● La scienza dell'impossibile. L'autore rammenta una serie di esperimenti sulla fisica quantistica, che portano a trarre le seguenti conclusioni dimostrate scientificamente: 1) L'osservatore influenza la realtà fisica e il semplice atto di osservare provoca un cambiamento nel comportamento dell'elettrone, da onda (di possibilità) a materia. Questo fenomeno, definito dai fisici "collasso d'onda", è legato all'attenzione selettiva. 2) La coscienza umana è in grado di provocare eventi: l'osservatore crea il collasso d'onda in una determinata direzione e crea la realtà. Ogni volta che pensiamo a qualcosa è come se programmassimo un evento futuro (profezie auto-avveranti). 3) L'autore afferma che il mondo / universo è un grande scenario in cui tutto è direttamente e intimamente interconnesso. Un luogo in cui il cambiamento di un singolo sistema implica il cambiamento degli altri. Tutto è energia. Siamo tutti immersi in un grande campo elettromagnetico, che ci rende intimamente interconnessi con tutto. Pur considerandoci entità distinte e separate dal tutto, in realtà siamo parte di un sistema più vasto costantemente collegato, nel quale si verificano eventi sincronici o coincidenze significative, generate da noi stessi, che ci confermano che nulla avviene per caso. Tutto ha un “Perché” nella vita, anche se in un primo momento non lo capiamo. 4) Ci sono cicli e storie che ci portiamo dietro fin dalla nascita (addirittura alcuni affermano che ci portiamo dietro storie fino a 9 generazioni precedenti la nostra) ma fino a che non impariamo la lezione rimaniamo allo stesso livello e, quella storia, continua a ripetersi in forma diversa. ● Il modello di creazione della realtà a livello quantico. L'autore spiega come funziona il processo di creazione della realtà a livello quantico: 1) I nostri pensieri inviano un segnale. 2) Il nostro cervello attiva l'attenzione selettiva, portandoci ottime prove a conferma di quel pensiero. 3) Le nostre emozioni programmano il cervello e attivano frequenze, creando nuove sinapsi (nuovi programmi) per emozione. A quel punto le nostre particelle iniziano a vibrare ad una determinata frequenza emotiva provocando il collasso d'onda. 4) Risultato: verrà attirato un evento che corrisponde a quel pensiero e a quella frequenza fornendo un buon motivo per ciò che accade. L'autore cita la "Legge dell'Universo": «Crei la tua realtà in ogni istante. Sempre. Nel 100% dei casi». L'autore afferma che questa Legge funziona sempre e promette che, seguendo i passi individuati con apertura mentale, nulla sarà più come prima. ● Programmazione Mentale Quantica. Gli autori affermano che la Programmazione Mentale Quantica è un metodo che serve ad attivare il potere del cervello quantico di chi lo utilizza, ovvero inserire all’interno del cervello un programma, utilizzando un apposito mantra (= forma pensiero che agisce, che compie), che aiuta ad andare nel modo più veloce possibile dove si vuole andare, senza sforzo, ma in modo fluido e naturale. Il procedimento consiste in sette passi (o fasi): 1) Trasforma ciò che vuoi in ciò che sei. Pensa a chi devi essere per ottenere ciò che vuoi e lega ciò che desideri alla tua identità. Per sovrascrivere alcune neuro-associazioni (sinapsi, programmi mentali già esistenti), associa il tuo nome e cognome all’identità scelta. 2) Fai il Setup. Diminuisci o annulla la sensazione di incoerenza: mentre ripeti il mantra di programmazione, visualizza di inserire questa sensazione all’interno di una bolla, buttala fuori dal corpo, rimpiccioliscila fino a farla sparire. 3) Ripeti più volte il tuo mantra di programmazione. Gli autori ricordano che il cervello impara (anche) per ripetizione e raccomandano di ripetere il mantra ogni volta che puoi, al fine di sovrascrivere la vecchia identità con la nuova. Passo 4) Influenza il campo di interconnessione quantica. Aggiungi un’emozione (prova la gratitudine). Secondo quanto studiato da Italo Pentimalli, questa è la fase che crea la realtà, che fa muovere gli eventi, che scatena la sincronicità, o il potere delle coincidenze. 5) Nota la direzione. Prendi appunti su un foglio di tutto ciò che ti “sembra” andare sulla strada giusta, giornalmente (è importante farlo ogni giorno, anche con le piccole cose). 6) Sospendi il giudizio e togli l’aspettativa. E se succede qualcosa di apparentemente negativo, ripeti il mantra di assestamento: “Questo evento è semplicemente la strada più breve per arrivare là dove voglio andare”. 7) Fai tutto ciò che “ti sembra giusto fare”, ciò che il cervello ti suggerisce; ascoltalo e vai in quella direzione. Gli autori spiegano nel dettaglio ognuno di questi passi e rimandano ad ulteriori approfondimenti con risorse esterne al libro. Citazioni: «Sono le grandi domande che portano grandi risposte: se nella vita non ti fermi all'apparenza ma cerchi di andare in profondità spesso scopri cose molto interessanti.» «Qualsiasi cosa o persona che nella vita ti infastidisca contiene in sé una domanda alla quale devi ancora rispondere, una caratteristica che devi ancora integrare, equilibrare.» «Spesso, senza saperlo, viviamo accontentandoci: o perché non immaginiamo di poter realizzare di più o perché, anche non sapendolo, abbiamo paura.» «La verità è che al tuo cervello non interessa se ottieni il successo. Il suo compito è sì quello di ottenere successo sempre, ma il successo inteso come il corretto svolgimento dei programmi con i quali è stato programmato.» «Ogni momento in cui prendiamo delle decisioni, anche (se non soprattutto) piccole decisioni, apparentemente insignificanti, stiamo facendo qualcosa di molto più potente di quanto potremmo mai immaginare: stiamo selezionando uno fra gli infiniti potenziali futuri già disponibili.» «C'è un modo diverso di vedere le cose. Sali al tuo livello superiore. Più che puoi. Sempre. » Perché leggere questo libro: Perché è un best seller che ha aiutato migliaia di persone a migliorare il proprio stile di vita, spiegando concetti tratti dalle esperienze pluriennali degli autori, attraverso un linguaggio semplice ed efficace, corredato da schemi riassuntivi ed esercizi molto utili al termine di ogni capitolo. Questa scheda è stata realizzata da Gabriele Savino Categoria: Crescita & Sviluppo, Salute & Benessere